Chiedi Informazioni: +39 0331 946972
benvenuti_nel_blog_di_that_aviation

THAT! BLOG

  • Home
  • Blog
  • COME VINCERE IL JET LAG NEI VIAGGI A LUNGO RAGGIO
    I CONSIGLI DI THAT! PER SMALTIRE IL JET LAG

COME VINCERE IL JET LAG NEI VIAGGI A LUNGO RAGGIO
I CONSIGLI DI THAT! PER SMALTIRE IL JET LAG


I viaggi a lungo raggio sono entusiasmanti. Ci portano lontano dal nostro quotidiano e da tutto ciò che è strettamente legato alle nostre abitudini di vita e alla nostra cultura ma, quando si intraprende un viaggio lungo spostandoci a destra o a sinistra del globo, possono insorgere dei fastidi legati all’adattamento biologico dell’organismo al nuovo fuso orario. Maggiore è la distanza percorsa e maggiore sarà la variazione in termini di ora rispetto al nostro punto di partenza. Andando verso Ovest, torneremo indietro nel tempo; viaggiando verso Est, ci sposteremo in avanti.
Questo cambiamento repentino a seguito di un volo aereo può causare dei fastidi scientificamente riconosciuti che prendono il nome di Jet Lag.  

Di che cosa si tratta?  

Il Jet Lag o travel fatigue, come viene anche chiamato, è un disturbo che scaturisce dal rapido passaggio nei diversi fusi orari, costringendo l’organismo a un adattamento molto veloce ai nuovi ritmi di giorno/notte e attività/riposo. Maggiore è il numero di fusi orari attraversati, maggiori saranno le probabilità di dover affrontare questi disagi dovuti all’ambientazione del corpo alla nuova situazione. Il superamento di questo “fastidio” può richiedere anche alcuni giorni e i sintomi più comuni sono legati al sonno: insonnia (addormentamento nei viaggi verso Est e risveglio precoce in quelli verso Ovest), sonnolenza diurna, mal di testa, difficoltà di concentrazione, nausea, inappetenza e un senso di generale stato di stanchezza.

Che cosa possiamo fare per ridurre questi sintomi?  

Ecco alcuni semplici consigli:  

Comportamento generale  
  • Cominciare ad adattare i ritmi secondo il nuovo fuso orario già prima della partenza, iniziando qualche giorno prima spostando man mano gli orari dei pasti e quelli in cui ci si sveglia e si va a dormire, avvicinandoli a quelli del paese di destinazione. Una volta arrivati alla meta, cercare di evitare di cedere ai ritmi biologici: anche se il sonno si fa sentire, evitare di andare a dormire di giorno e cercare invece di regolarsi sull’orologio locale;
  • Attenzione all’alimentazione! E’ opportuno evitare pasti pesanti il giorno della partenza e durante il volo. Nel caso in cui sia meglio restare svegli sull’aereo (se l’arrivo è previsto di notte e si debba andare a dormire), meglio mangiare proteine. Se, invece, si può approfittare del viaggio per riposare ed essere attivi una volta giunti a destinazione, meglio scegliere cibi ricchi di carboidrati e zuccheri perché aiutano a conciliare il sonno;
  • Mantenersi sempre idratati, quindi è opportuno bere quanta più acqua possibile evitando qualunque tipo di bevanda eccitante come tè, caffè e soprattutto gli alcolici;

Esposizione alla luce
 
Secondo uno studio condotto dai ricercatori della Stanford University School of Medicine pubblicato sul Journal of Clinical Investigation, esporre le persone a brevi “flash” di luce mentre stanno dormendo potrebbe rappresentare un metodo facile, veloce ed efficace per prevenire il jet lag. Il test, condotto su 39 volontari ha dimostrato che una sequenza di flash di 2 millisecondi (come quelli di una fotocamera) distanziati di 10 secondi crea un ritardo di circa due ore e mezzo nella comparsa della sonnolenza. E gli aerei di nuova generazione come l’Airbus A350-900, l’Airbus A350-XWB e il Boeing B787 predispongono a bordo un’illuminazione a Led che prevede la simulazione dello scorrere del tempo, offrendo il corretto tipo di luce al momento giusto. Nel corso del viaggio, infatti, le luci cambiano colore in base al cambio di fuso, imitando verosimilmente la naturale illuminazione del sole. Luce azzurra per le ore di lavoro e lettura, calda e rossa per emulare una piacevole atmosfera di ristorante a bordo durante i pasti, semi oscurità blu per dormire in attesa di arrivare a destinazione.

Un aiuto dalla tecnologia
 

Un aiuto ci arriva anche dalla tecnologia, infatti esistono diverse App che possono rivelarsi molto utili:
  • Jet Lag Rooster Group ha realizzato una App utilizzata anche dalle compagnie aeree per il training dei propri piloti e degli equipaggi di volo, che suggerisce quando esporsi alla luce del sole e quando evitarlo;
  • Entrain, sviluppata dall’Università del Michigan, è un condensato di consigli su come recuperare più in fretta e senza traumi il proprio ritmo circadiano;
  • SleepBot invece, nasce sostanzialmente per monitorare il sonno e, possibilmente migliorarlo. Sfrutta i sensori dello smartphone per registrare i movimenti che facciamo mentre dormiamo e registra i suoni emessi durante il sonno; 
  • Sleep as Android, oltre a monitorare i cicli del sonno, è anche una sveglia intelligente. Produce grafici dei cicli e dei debiti del riposo, distinguendo le fasi di assopimento profondo, i momenti in cui si russa e ci sveglia nel momento giusto con suoni rilassanti a scelta, fino a produrre delle vere e proprie “ninna nanne” con suoni che conciliano il sopore.   

Volare con un
aereo privato scegliendo gli orari

Come charter broker, non possiamo fare a meno di consigliarvi un charter aereo o un private jet creato su misura per il quale poter decidere in tutta libertà gli orari di partenza in modo da ridurre al minimo i problemi legati al jet lag: una partenza in tarda mattinata se si vola verso Ovest in modo da arrivare nel pomeriggio a destinazione, una partenza in serata se ci si sposta verso Est, in modo da arrivare alla mattina dopo aver dormito a bordo.

Scegliere una giusta configurazione dell’aereo privato, in modo da garantire un maggiore comfort durante il volo, diventa un plus che consente di ridurre lo stress di un viaggio di lunga portata.

Inoltre, un noleggio aerei consentirà di scegliere anche il menù più adatto per il tipo di tratta che si sta volando e quindi - secondo i consigli degli esperti di cui sopra - un pasto ricco di proteine se dobbiamo rimanere svegli (volo verso Ovest), una proposta con abbondanti carboidrati e zuccheri se vogliamo conciliare il sonno (volo verso Est).  

Se state programmando un viaggio di lavoro di gruppo, se dovete organizzare meeting aziendali, viaggi di incentivo, congressi medici, qualsiasi tipo di evento aziendale e non volete rischiare di arrivare a destinazione con una difficoltà di concentrazione, un senso di affaticamento generale che possono compromettere gli appuntamenti in agenda, optate con fiducia verso la scelta di un aereo privato.  

THAT!: Il broker attento alle tue esigenze.  

Contattaci per informazioni e richieste di preventivo volo.








Condividi l'articolo:

* Questi Campi sono Obbligatori.

Latest testimonial

THAT! offers the best air travel solutions. Forte di una vasta esperienza al servizio dei propri clienti, garantisce proposte ottimali in termini di operatività qualità e prezzo.

Contattaci per altre informazioni o sulle nostre promozioni
Contatti
Scrivici

Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati Personali

© 2019 «THAT AVIATION ITALIA SRL». Sede legale: via Palestro, 7 20013 Magenta (MI) Italia P.IVA 09246270962 - Credits