BLOG DI THAT!

News e informazioni su viaggi, trend, aeromobili e noleggio aereo

Come volano i club sportivi? JP4 intervista That Aviation Italia

IL CHARTER AEREO RIVOLUZIONA LE TRASFERTE DEI TEAM SPORTIVI

volo-charter-that-aviation-accoglie-a-bordo-squadra-olimpia-basket

Sebbene alcune squadre preferiscano da sempre volare con aereo charter, in passato il mondo dello sport era abituato a muoversi principalmente con i voli di linea (almeno per le trasferte non raggiungibili agevolmente con treni e pullman). Solo a partire dalla pandemia, il charter aereo è diventato il mezzo di trasporto preferito anche dalle squadre e dai team sportivi di categorie minori.

Le motivazioni, ovviamente, sono dovute a una forma di protezione nei confronti degli atleti, ma non solo. Nel tempo, i vantaggi del noleggio aereo e del volo privato hanno dimostrato di essere una soluzione dinamica ed efficiente che permette una personalizzazione cucita su misura sulle specifiche esigenze di squadra e management.

È questo il tema trattato nell’intervista rilasciata da THAT! a JP4, la rivista leader in Italia di Aeronautica e Spazio che offre ai suoi lettori una vastissima gamma di argomenti sull’aviazione generale e commerciale, su aeroporti e compagnie aeree, saloni aerospaziali e molto altro ancora.

 

  1. COME È CAMBIATO IL TRASPORTO AEREO DEDICATO AL MONDO DELLO SPORT
  2. I VANTAGGI DEL NOLEGGIO AEREO: FLESSIBILITÀ E PERSONALIZZAZIONE
  3. EFFICIENZA LOGISTICA DEL VOLO PRIVATO E ASSISTENZA

 

COME È CAMBIATO IL TRASPORTO AEREO DEDICATO AL MONDO DELLO SPORT

Se nel mondo del trasporto aereo c’è un prima e un dopo il Covid-19, nel contesto dei voli charter per le trasferte delle squadre sportive il cambiamento è ancora più evidente.

C’era un tempo in cui i voli charter venivano utilizzati solo dalle squadre più abbienti, principalmente per questioni di comfort, di logistica personalizzata o di immagine.

THAT! ha iniziato a gestire voli per team sportivi circa vent’anni fa, offrendo ai club compagnie aeree che ormai non esistono più – come Eurofly, Air Italy, Lauda Air, Livingstone o Club Air – ma che permettevano di creare proprio quel tipo di servizio che serviva alle esigenze di squadra.

Con l’arrivo del Covid-19, le preoccupazioni legate alla sicurezza e alla sanità hanno spinto anche i club con budget più limitati a considerare il noleggio di aerei privati. L’obiettivo era, ovviamente, minimizzare i contatti con il pubblico e mantenere gli atleti in una “bolla” protettiva durante i viaggi: un aspetto cruciale per ridurre il rischio di contagio​.

Questo cambio di paradigma ha spinto i club sportivi a preferire i voli su misura, trasformando il noleggio aereo da una necessità temporanea a una nuova consuetudine nello spostamento di atleti e management per molte squadre, inclusi i team di categorie inferiori come la Serie B.

E una volta sperimentate in prima persona le differenze tra il volo di linea e il volo privato, anche le squadre con minori risorse hanno iniziato a vedere il charter aereo come un investimento utile (e non più come un onere da sostenere) per migliorare le prestazioni sportive e l’efficienza logistica.

Il trend post-pandemia verso l’utilizzo di aerei privati da parte di un numero crescente di squadre sportive mostra che i vantaggi percepiti superano di gran lunga i costi leggermente più elevati​.

Di fatto, con la pandemia, il trasporto aereo dedicato al mondo dello sport ha subito una trasformazione significativa, passando da un concetto di lusso per pochi a una strategia di viaggio ottimale ampiamente adottata.

I VANTAGGI DEL NOLEGGIO AEREO: FLESSIBILITÀ E PERSONALIZZAZIONE

Il noleggio di un aereo charter consente di costruire il volo secondo richiesta.

Per una squadra, i cui atleti sono chiamati a prestazioni sportive in campo, il comfort, il menù e l’ottimizzazione degli orari di volo sono estremamente importanti, perché influiscono sul benessere fisico e sulle performances di gara.

Dice Luigi Annichini, Founder & Managing Director THAT!, nell’intervista rilasciata a JP4:

 

“Tendenzialmente, la scelta dell’aeromobile e del servizio deriva dal budget del cliente.
Ci sono squadre di serie A che hanno dei budget inferiori rispetto a squadre di serie B.
Si deve, inoltre, fare un distinguo per le trasferte di campionato, dove al massimo si vola in Sicilia
(circa un’ora e 50 di volo) e per cui è possibile scegliere tra diversi vettori.
Ad esempio, alla squadra che ha poco budget si può riservare un aeroplano con cabine del taglio dei 50 posti
dove c’è un unico sedile per ogni passeggero, anche per i calciatori.
Ci sono squadre che, invece, per i calciatori richiedono un minimo di due posti
e bisogna orientarsi su aeromobili più grandi.”

 

La gestione di un team sportivo in partenza per una trasferta inizia, quindi, con una consulenza su misura e con la ricerca dell’aeromobile adatto a soddisfare le richieste manifestate dal Club.

Ogni volo sportivo ha esigenze diverse che richiedono grande flessibilità organizzativa e gestionale:

  • Orari stabiliti in base al calendario partite:
    Le squadre possono scegliere orari di volo che si allineano perfettamente ai loro programmi, evitando lunghi tempi di attesa negli aeroporti e riducendo al minimo la stanchezza legata ai viaggi;
  • Catering personalizzato:
    Menù stabiliti con il nutrizionista della squadra per soddisfare le esigenze caloriche e nutrizionali degli atleti (possono variare significativamente a seconda dello sport, del periodo di allenamento e della fase della stagione) e per una maggiore flessibilità del timing di servizio, che può essere deciso con il cliente.
  • Preassegnazione dei posti e carte d’imbarco prestampate:
    Per ridurre al minimo i tempi di check-in e controlli, minimizzare il livello di stress legati all’attesa e migliorare notevolmente l’esperienza di volo;
  • Personalizzazione degli interni e dell’esterno della carlinga:
    Per un comfort su misura, rafforzare l’identità e lo spirito di squadra; per una strategia di marketing e comunicazione e migliorare la visibilità e l’autorevolezza del brand.

 

I voli per team sportivi offrono un livello di personalizzazione e flessibilità senza pari che THAT!, con la sua esperienza ventennale, cuce su misura per la squadra con la stessa abilità di un sarto.

EFFICIENZA LOGISTICA DEL VOLO PRIVATO E ASSISTENZA

Il bagaglio al seguito del Club è un altro tema caldo legato ai voli charter per team sportivi.

Racconta sempre Luigi Annichini durante l’intervista a JP4:

 

“I Club portano al seguito diversi bagagli di ogni genere, almeno 60 pezzi,
mediamente per 1.200 kg di peso, soprattutto i cassoni, quelli grandi che spesso superano i 30 Kg.

 I clienti abituali si sono uniformati con colli in alluminio che non superano mai i 25-30 Kg
facilmente impilabili, ma per tutti i bagagli di stiva è importante velocizzare al massimo le procedure,
che il broker sia presente al terminal all’arrivo dei magazzinieri per far trovare il nastro bagagli pronto
con le etichette bagagli emesse.

 ….oltre agli effetti personali vengono caricate le sacche con il materiale dell’ultimo allenamento,
cioè, quello che i magazzinieri non sono riusciti a impacchettare prima.”

 

Gestire il trasporto di squadre significa avere a che fare con bagagli voluminosi e attrezzature sportive. Materiale che deve essere gestito con la massima attenzione e che richiede una presenza costante per la supervisione delle operazioni e la gestione delle procedure di controllo e di imbarco.

I voli sono solitamente di andata e ritorno con l’aereo che attende la fine del match ma ci sono situazioni, come nel caso dell’Olimpia Basket che, per le partite di Eurolega, programma trasferte con tratte miste e aereo dedicato per più giorni consecutivi come, ad esempio Milano – Atene – Istanbul – Firenze o, sempre per fare un esempio, Milano – Valencia – Rimini.

Appare, quindi, chiara l’importanza di avere un intermediario che segua la squadra e che sia in grado di fornire un’assistenza a tutto tondo in ogni aeroporto raggiunto. E questa è anche la motivazione per cui THAT!, che lavora principalmente su tre aeroporti definiti “di casa” – Milano Malpensa, Torino e Bergamo – su Milano opera in un sistema ibrido e si appoggia, laddove concordato con il cliente, a SEA Prime, la società di SEA Aeroporti di Milano dedicata ai voli d’affari.

Questo terminal, solitamente riservato ai voli fino a 19 passeggeri, ospita su richiesta anche i voli gestiti da THAT! garantendo riservatezza, rapidità e un servizio dedicato più esclusivo.

Quando i passeggeri arrivano – di solito alla spicciolata – vengono accompagnati a bordo a gruppi, per non farli stazionare nel terminal, che ha dimensioni contenute.

Questo significa avere la perfetta gestione anche del crew che deve accogliere a bordo i vari gruppi man mano che arrivano.

Se vuoi conoscere qualche curiosità in più su come volano i club sportivi, leggi l’articolo sul numero di Maggio di JP4.

 

Contattaci per una richiesta di preventivo, siamo a tua disposizione H24/7.

Condividi l'articolo

Forse potrebbero anche interessarti questi articoli

Articoli più letti dal nostro pubblico

Un anno ricco di successi per THAT! che chiude il 2022 con un’operazione charter del tutto particolare. La Nato istituisce una gara formale internazionale a...

I DATI DI RIPRESA DEL SETTORE CHARTER COMMENTATI DA THAT AVIATION ITALIA SU ASKANEWS Dopo il difficile periodo legato alla pandemia da Covid-19 che aveva...
THAT! ORGANIZZA DUE VOLI CHARTER PER ACCOMPAGNARE PICCOLI PAZIENTI ONCOLOGICI UCRAINI IN ITALIA 09 aprile 2022, esce l’articolo di The Post Internazionale, che cita: “THAT…...