BLOG DI THAT!

News e informazioni su viaggi, trend, aeromobili e noleggio aereo

COSA CAMBIERA’ A ROMA FIUMICINO?

AMPLIAMENTO AEROPORTO DI FIUMICINO: SI O NO?

Il collegamento aeroportuale è di fondamentale importanza per mantenere fluente la circolazione di merci e passeggeri.
E’ un fattore determinante sia per il turismo che per il trasporto aereo cargo. E, di conseguenza, è logico che gli aeroporti debbano essere strutturati in modo tale da essere facilmente fruibili sia per i passeggeri che per le imprese che affidano lo spostamento dei loro prodotti ai voli aerei.

Dell’ampliamento dell’aeroporto Fiumicino si sente parlare da molti anni fino a quando, nel 2013, venne finalmente dato il via libera ai lavori con un decreto firmato da i ministri dell’Ambiente e dei Beni Culturali.

Un progetto ambizioso che prevede ill completamento dei lavori a Fiumicino Sud entro il 2021 e la realizzazione di due nuove piste di atterraggio entro il 2044 e che, chiaramente, ha attirato numerosi investitori.

L’ampliamento di Fiumicino Sud prevede la realizzazione di nuovi terminal, aree di imbarco, ecc. e la ristrutturazione di quelli già esistenti, su una superficie complessiva di 180 mila mq con l’aumento delle piazzole e 39 nuovi pontili.

Per quanto riguarda Fiumicino Nord e la realizzazione delle nuove piste di atterraggio, invece, la situazione si complica. L’area circostante del perimetro Nord dell’aeroporto è una Riserva Naturale protetta soggetta a tutela integrale dove, per legge, non è possibile costruire alcun tipo di infrastruttura.

E, infatti, è arrivato lo stop con ben due decreti distinti e l’entusiasmo dei cittadini, contrari al raddoppio dell’aeroporto di Fiumicino.

Secondo alcuni studi, infatti, l’aumento del numero delle piste di decollo e atterraggio sarebbe del tutto inutile e sarebbe possibile potenziare l’aeroporto e aumentare il traffico attuale solo con il miglioramento dell’organizzazione interna.

E qui entra in gioco una proposta alternativa e più economica avanzata da un’associazione molto intraprendente, il Comitato Fuoripista, il cui slogan recita: “Più efficiente, non più grande”.

Questo progetto a cui vi rimandiamo per una lettura più approfondita, prevede lo sfruttamento di circa 160 ettari, all’interno dell’aeroporto Leonardo da Vinci, attualmente non utilizzati e quindi sfruttabili senza necessità di ulteriore terreno aggiuntivo.
Inoltre, una migliore organizzazione del traffico aereo permetterebbe di sfruttare al meglio le attuali tre piste e relative vie di rullaggio, garantendo il raddoppio dell’attuale movimento passeggeri.

C’è anche chi ha parlato, in passato, della costruzione di un’isola artificiale adibita a pista, un po’ come l’aeroporto di Osaka-Kansai progettato da Renzo Piano di cui vi abbiamo parlato in un precedente articolo.

Insomma, la costruzione delle nuove piste si farà o non si farà?

Allo stato attuale, è difficile rispondere e possiamo basarci solo su quello che si può leggere sul sito di Aeroporti di Roma:

AMPLIAMENTO DEI TERMINAL
Sono previsti l’ampliamento del Terminal 1, dell’avancorpo del Terminal 3 e il nuovo Terminal 4:

  • Terminal 1
    Prevede l’ampliamento della sua superficie con l’introduzione di nuovi check-in, controlli di sicurezza, nastri consegna bagagli e nuove aree servizi dedicate (ristorazione, sale d’attesa, ecc…)
  • Terminal 3
    Un nuovo edificio indipendente e collegato alle aerostazioni esistenti accoglierà l’area di imbarco E al piano sottostante, mentre il piano superiore sarà dedicato ai servizi.
  • Terminal 4
    Un nuovo terminal, collegato al T3, che ha l’obiettivo di ridistribuire il traffico passeggeri e aumentare la capacità dello scalo.

INFRASTRUTTURE DI VOLO
Il progetto di potenziamento delle infrastrutture prevede la realizzazione di nuove piazzole di sosta per gli aerei e servizi collegati (gate, loading bridge) e l’ampliamento delle vie di rullaggio.
E più precisamente:

  • L’ampliamento e la realizzazione di nuovi piazzali per gli aeromobili
  • La costruzione di una seconda via di rullaggio della pista 2
  • La riqualifica della pista 2 (già realizzato)
  • La riqualifica della pista di rullaggio della pista 1 (già realizzato)
  • La riqualifica della pista e delle vie di rullaggio della pista 3

Estremamente importante, per la riqualificazione dell’area aeroportuale, è anche il nuovo centro direzionale che verrà collocato accanto ai Terminal: la nuova Business City di Roma Fiumicino.

Una struttura avveniristica composta da sette edifici interamente dedicata al business, con spazi di lavoro adatti a ogni esigenza e capace di attrarre imprese nazionali ed estere.

Il punto di forza di questo distretto è il nuovo centro congressi della capacità di 1.300 persone, dedicato a convention, meeting aziendali ed eventi a cui verranno affiancati anche due nuovi alberghi.

In questo modo, l’area potrà diventare un centro fortemente competitivo nel settore MICE, Incentive e DMC sia a livello nazionale che internazionale.

E, ovviamente, ci saranno tutta una serie di importanti servizi: business lounge, uffici consolari e di ambasciata, un centro medico, nursery, wellness, stores e un supermarket che saranno attivi 24/7 con gli stessi alti standard di sicurezza previsti per gli aeroporti.

La Business City sorgerà nell’attuale area industriale senza utilizzo di suolo aggiuntivo e la fine dei lavori di costruzione dei nuovi edifici è prevista entro il 2024.

I criteri di costruzione seguono i più avanzati parametri di ecosostenibilità – con tanto di certificazione Leed Gold – e consentiranno un ingente risparmio di energia elettrica e di acqua, oltre al contenimento di emissione di Co2.
L’intera struttura sarà circondata da aree verdi e percorsi pedonali, a pochi minuti a piedi dalla stazione ferroviaria, dei bus e dall’autostrada.

Questo importante investimento – pari a 190 milioni di euro – consentirà a Fiumicino di allinearsi agli altri importanti scali europei come Londra, Zurigo, Amsterdam, Francoforte e Parigi, le cui aree aeroportuali sono diventate un rilevante motore di sviluppo.

Noi di THAT! organizziamo numerosi voli charter con partenza da Fiumicino sia per destinazioni nazionali che internazionali e non possiamo che essere lieti di queste notizie.

La presenza di nuovi Terminal, l’implementazione dei check-in e di nuove infrastrutture ci permetteranno di ottenere riscontri ancora più positivi in termini di accoglienza e assistenza in aeroporto, di efficienza e di qualità dei servizi.

That Aviation Italia: il broker sempre al tuo fianco.

Contattaci per informazioni e richieste di preventivi voli.

Condividi l'articolo

Forse potrebbero anche interessarti questi articoli

Articoli più letti dal nostro pubblico

Scopri i trend dell'estate 2024 per i viaggi di lusso con jet privato. Vivi esperienze esclusive e personalizzate nelle destinazioni più affascinanti....
Come si può ridurre l’impatto ambientale del traffico aereo? Leggi l’articolo e scopri cosa si sta facendo in tema di sostenibilità nell’aviazione....

Sebbene alcune squadre preferiscano da sempre volare con aereo charter, in passato il mondo dello sport era abituato a muoversi principalmente con i voli di...