BLOG DI THAT!

News e informazioni su viaggi, trend, aeromobili e noleggio aereo

THAT AVIATION ITALIA, AL FIANCO ANCHE DELLE COMPAGNIE AEREE.

ACMI: SOLUZIONI PER LE ESIGENZE DI MERCATO NEL TRASPORTO AEREO.

Nel campo del trasporto aereo, può esserti capitato di sentire parlare di ACMI. Ma che cosa significa esattamente questo acronimo? A che cosa si riferisce?  Di che cosa stiamo parlando esattamente?

ACMI è l’acronimo di Aircraft – Crew – Maintenance – Insurance ed è una forma, anche se impropria, di nolo aereo.

La liberalizzazione dei servizi aerei, la crisi del trasporto aereo internazionale di persone acutizzatosi dopo l’11 settembre 2001, la costante necessità di abbattere i costi e, contestualmente, di aumentare l’efficienza dei servizi, hanno inevitabilmente mutato gli scenari e il modo di operare dei vettori aerei.
Ecco, dunque, la necessità di sviluppare nuove forme di contrattazione per sopperire a momentanee deficienze di flotta, siano esse dovute a problemi di manutenzione o all’improvviso accrescimento della domanda di volo.

Quando la compagnia aerea contratta il noleggio di un aeromobile con il suo cliente/utilizzatore (comunemente definito “charterer”), deve anche essere in grado di garantire allo stesso di poter sostituire la macchina – se necessario – con altra di pari caratteristiche o superiori. Si tratta di un impegno contrattuale imprescindibile. Ma la compagnia aerea, per ovvi motivi di costi, non può permettersi di tenere macchine in stand-by per offrire questa garanzia, poiché sarebbe altamente improduttivo.

Ecco, allora, che, se l’aeromobile è costretto a fermarsi e non può essere utilizzato (caso manutenzione) o una sopravvenuta maggiore richiesta non riesce a essere soddisfatta con gli aerei a disposizione, la compagnia aerea può far fronte a questa necessità – temporanea e provvisoria – con un contratto di noleggio di altro aeromobile, non appartenente alla propria flotta.

Tra queste forme di contrattazione troviamo il Dry Lease e il Wet Lease, più comunemente conosciuto come ACMI.

Parliamo di:

Dry Lease:
Quando il contratto di locazione finanziaria prevede che la Compagnia Aerea che noleggia (il charterer) detenga sia l’aeromobile che l’equipaggio, divenendo a tutti gli effetti l’esercente del servizio.
Il Dry Lease, viene utilizzato, nella maggior parte dei casi, dalle compagnie aeree per acquisire la disponibilità dell’aeromobile per un periodo piuttosto lungo – normalmente per un minimo di due anni – con una gestione da parte della stessa analoga a quella di proprietà effettiva della macchina. Si tratta di una forma di leasing che non prevede alcun elemento accessorio quali:

 
  • Assicurazione;
  • Equipaggio;
  • Assistenza a terra;
  • Manutenzione.
 

Il tipico Dry Lease richiede che la compagnia aerea possieda il proprio Certificato di Operatore Aereo e che provveda alla registrazione dell’aeromobile. Le condizioni finanziarie del leasing tengono conto di:

 
  • Svalutazione della macchina;
  • Degli obblighi di assicurazione;
  • Degli obblighi di manutenzione;
  • Della localizzazione geografica;
  • Della situazione politica in cui opera la compagnia aerea.
 

Wet Lease per il trasporto di passeggeri paganti (esistono anche altre forme di wet lease):
In questo caso, l’esercente – ovvero la compagnia aerea che usufruisce del noleggio – si assume i rischi del trasporto a livello assicurativo ed emette in proprio i biglietti aerei.
Il Wet Lease è un contratto di nolo aereo che comprende tutte le prestazioni accessorie, ovvero:

 
  • Aeromobile;
  • Assicurazione;
  • Equipaggio;
  • Manutenzione.
 

Da cui l’acronimo ACMI (aircraft, crew, maintenance, insurance).
Questo tipo di contratto di locazione viene normalmente stipulato tra due compagnie aeree e prevede che al locatario venga fornita una prestazione di servizio e non, come per il Dry Lease, la disponibilità effettiva dell’aeromobile. Il locatore, infatti, opera in nome e per conto del locatario il numero di voli concordato, utilizzando una struttura di appoggio che è la propria ma i voli forniti vengono classificati con il codice IATA del locatario.

In entrambi i casi, possono esserci numerose varianti legate ai dettagli operativi, tra cui il crew che può essere contrattato in toto (crew completo) o solo in parte (solo piloti; piloti e purser; ecc..), a seconda delle necessità.
Ad un occhio inesperto, le due forme di contrattazione possono parere molto simili ma, in realtà, le differenze sono molto importanti e concernono prevalentemente l’assunzione di responsabilità.

Ma qual è il ruolo di That Aviation Italia in questo panorama?

Anche in questi casi, THAT! si pone come intermediario. L’esperienza ventennale maturata nel campo dell’aviazione, la professionalità e la competenza del suo personale fa sì che possiamo confermarci come l’interlocutore ideale nella ricerca delle migliori soluzioni per soddisfare le esigenze di flotta e garantire i programmi contrattati dalle compagnie aeree con i loro chartered aircraft o per coprire al meglio i voli di linea previsti.

Lo stop di una macchina – anche di svariate settimane – per manutenzione, può essere un imprevisto difficile e costoso da gestire ed è fondamentale sopperire in modo rapido ed efficace adoperando una scelta tra valide alternative. Alternative che That Aviation Italia è in grado di offrire, grazie all’ampia rete di contatti commerciali costruiti nel tempo, alla serietà da sempre riconosciuta, alla propria professionalità e alla credibilità acquisita nel tempo.

Le compagnie aeree con le quali collaboriamo si trasformano così da fornitori a clienti e la nostra figura nell’intermediazione ci vede, in questi casi, non più solo come “acquirenti” ma come intermediari nella risoluzione di un problema contingente. Partner delle stesse compagnie aeree da cui acquistiamo i servizi per i nostri clienti, siano essi Agenzie di Viaggi Incentive, società sportive o privati, per i quali in questi casi, diventiamo fornitori.

Una capacità di intermediazione che ci pone a 360° nello scenario dell’aviazione e che ci qualifica e conferma assoluti esperti del settore, sia di fronte a Destination Management Company, sia di fronte alle compagnie aeree stesse.

 

That Aviation Italia, sempre al tuo fianco in ogni occasione.
Contattaci per informazioni.

Condividi l'articolo

Forse potrebbero anche interessarti questi articoli

Articoli più letti dal nostro pubblico

Sebbene alcune squadre preferiscano da sempre volare con aereo charter, in passato il mondo dello sport era abituato a muoversi principalmente con i voli di...

Un anno ricco di successi per THAT! che chiude il 2022 con un’operazione charter del tutto particolare. La Nato istituisce una gara formale internazionale a...

I DATI DI RIPRESA DEL SETTORE CHARTER COMMENTATI DA THAT AVIATION ITALIA SU ASKANEWS Dopo il difficile periodo legato alla pandemia da Covid-19 che aveva...